Stella - Betelgeuse

Al centro del gossip invernale 2019 – 2020, c’è lei, Betelgeuse. Perché? Diciamo che è in una fase molto interessante della sua vita di stella. Betelgeuse infatti è classificata come SuperGigante Rossa di classe spettrale M, in uno stato avanzato evolutivo.

Le SuperGiganti Rosse occupano l’area in alto a destra del Diagramma HR con temperature superficiali comprese tra i 3000 ed i 6000 °K, molto massicce (10- 40 volte la massa del Sole). A seconda della luminosità sono divise tra la sottoclasse Ib (meno luminose) ed Ia (più luminose); Betelgeuse appartiene alla seconda sottoclasse. Dopo 1 – 2 milioni di anni si innesca la fusione dell’elio (He) e giunta intorno a qualche milione di gradi Kelvin comincia la fusione del carbonio. Un importante aspetto della vita di questi giganteschi oggetti è che l’inizio della fusione del carbonio accelera l’evoluzione ed in qualche migliaio di anni vengono creati elementi più pesanti fino al ferro (Fe). E questo è il punto di snodo poiché il nucleo di ferro collassa e si va incontro ad un’esplosione di Supernova.  

Cosa c’entra tutto questo con Betelgeuse? La nostra protagonista sta andando incontro proprio all’ultima fase della sua evoluzione e al suo posto troveremo una supernova! Dalla Terra per qualche anno la supernova sarà visibile anche di giorno. Succederà fra pochi minuti? Domani? Fra 100 anni? Difficile stabilirlo, ma una cosa possiamo dirla con certezza: o da stella o da supernova, la sua bellezza continuerà a tenerci con gli occhi incollati a lei, a #TestaInSu !

Tags

Comments are closed